DA CHE PARTE NON STO'!

Pubblicato il da pecere

Dopo queste elezioni, si è fatto un gran parlare.
Io ho evitato discussioni prima del voto, almeno se non stuzzicato apertamente.
Finalmente mi viene da dire la mia.

Ci sono alcuni concetti positivi della destra, come il rispetto delle regole, della legalità, della famiglia; cose che alcuni (che definisco affettuosamente "bellafratello" ) non rispettano. (Ma solo alcuni, per evitare generalizzazioni.)

Ci sono concetti positivi della sinistra, come il rispetto per il cittadino lavoratore, che negli ultimi anni ha visto distruggere anni di conquiste sociali, che garantivano una vita dignitosa, diritto di tutti.

Non dimentichiamoci che la maggioranza del paese è costituita da lavoratori, chi metalmeccanici, chi impiegati, chi programmatori, chi telefonisti, ma sempre lavoratori. Ed è triste che oggi imborghesiti, non si riconoscano in questa classe, nell'illusione di essersi lasciati alle spalle un retaggio che è dietro l'angolo, sopratutto dopo la deregolamentazione attuata dalla Legge Biagi (che ha furbescamente escluso una parte del progetto di Biagi che tutelava i lavoratori con degli ammortizzatori sociali).

Io sinceramente oggi non vedo più vere differenze ideologiche tra la destra italiana e la sinistra, e mi riferisco a Berlusconi e a Veltroni, che non sono altro che facciate per tutelare interessi di grossi gruppi economici, in un caso personali, nell'altro conto terzi. E Casini non è da meno, dovendo tutelare gli interessi economici del suocero Caltagirone & friends, che lo finanzia.

Sostenevo già prima delle elezioni che Berlusconi, Veltroni e Casini in parlamento, sono la peste per la libertà e la democrazia.

Nei miei sogni immaginavo un parlamento diviso tra la Santanchè, Bertinotti, e tutte le altre forze minori, a ridiscutere daccapo, le regole della società civile e veramente democratica, con particolare riguardo alla libertà d'informazione, al lavoro dei precari, alla legalità e moralità, ed alla legge elettorale porcata fatta da Berlusconi due mesi prima delle elezioni del 2006, secondo la quale tutti gli elettori sono analfabeti in grado di mettere solo una X su un disegnino idiota, invece di poter scegliere il nome dei candidati, che invece vengono scelti a porte chiuse, in base ad accordi di scambio di favori.

Immaginavo questo rimescolamento di carte che avrebbe avvantaggiato il cittadino comune! Non è stato così!

E Napolitano ne è complice, visto che ha fatto slittare il referendum sulla legge elettorale, per fare le elezioni. Ha rubato la consapevolezza del voto agli italiani, e questo è esattamente il contrario della tutela che il presidente dovrebbe garantire nei confronti della democrazia per i cittadini.
Ha assecondato gli interessi di Berlusconi e di Veltroni, che volevano escludere coscientemente le forze che potevano tutelare veramente il cittadino (da una parte e dall'altra).

Il risultato è che in parlamento ci troviamo proprio loro: Berlusconi, Veltroni e Casini.
La democrazia ha la peste! E temo che in questi 5 anni morirà sicuramente! :(

A partire dalla legge sulla par condicio. Pensateci!

E' proprio giusto che l'accesso ai canali di informazione sia garantito solo a chi ha i soldi necessari per pressare il cittadino con messaggi propagandistici?
Non sarebbe più giusto che chiunque abbia una buona idea politica, abbia la possibilità di sottoporla alla valutazione di tutti i cittadini che scelgono ragionando con la loro testa, invece di non poterla mai proporre?
Se una idea è talmente buona che trova riscontro se proposta al popolo, senza condizionamenti mediatici, perché non dovrebbe essere proposta, se non per paura che la gente si accorga della propaganda e cominci a pensare in modo indipendente?
Molto meglio usare gli "Strumenti del Consenso" come fanno in Cina, per pilotare il consenso, appunto.

Invece cambierà tutto, e mi sento in dovere di esortare tutti a ragionare un po' sulla realtà delle informazioni, apertamente e non per partito preso, o per le convinzioni inconsapevoli che ci vengono inculcate con pressione consapevole da parte dei media.

Documentatevi indipendentemente, su internet, senza credere MAI ad una parola della TV, e magari ascoltando le fonti dall'estero, che non sono inquinate direttamente dagli interessi italiani.

Io cmq non seguo i criminali come Berlusconi.
Inoltre dire che rappresenta la destra è un'offesa verso i valori della Vera destra.
Berlusconi NON rappresenta minimamente la vera destra italiana.
Anzi è una anomalia bella e buona per la democrazia.

Ad esempio in questo link http://it.wikipedia.org/wiki/Berlusconi c'è l'elenco di tutti i processi a suo carico, e delle motivazioni che ne hanno portato alla prescrizione dei capi d'accusa.
Piacerebbe anche a me, se ho problemi con la legge, andare il giorno dopo in parlamento con i miei avvocati, a cambiare insieme a loro, le leggi per favorirmi nei processi.

Piacerebbe anche a me costruirmi una villa in un Area Naturale Protetta ed il pomeriggio dopo, farmi una legge che per la prima volta nella storia d'Italia, condona anche le costruzioni abusive fatte nelle Aree Naturali Protette. (E poi accogliere Putin proprio lì dopo le elezioni!)

Invece io non ho questa facoltà! Mi è negata!
Mi sento cittadino di serie B a non poter delinquere impunemente come Berlusconi.
Voglio delinquere anche io e poi avere il diritto costituzionale di cambiarmi le leggi a mio favore, come fa lui.
Perché a me è negato questo diritto? (Ovviamente sono sarcastico!)

L'ipocrisia arriva al suo culmine quando lui dichiara di amare il liberismo degli Stati Uniti, ma non si sogna minimamente di fare lo stesso tipo di leggi che in America tutelano l'onestà del libero mercato.

In America per il falso in bilancio si va in galera per 20 ( VENTI ) anni, lui invece lo ha reso solo un reato amministrativo, e ne ha dimezzato i tempi di prescrizione per chiudere anticipatamente i suoi processi. (E nella stessa legge ha dimezzato i tempi di prescrizione dello stupro.)

Il falso in bilancio è un reato gravissimo nei confronti dell'intero mercato azionario, è decisamente più grave di una truffa che è indirizzata ad un singolo individuo, perché è una truffa verso la collettività di tutti gli operatori economici ed i cittadini della società civile. Ecco perché in America è punito severamente.

Anche a me piacerebbe ciarlare su Alitalia senza poi concretizzare nulla.

Siamo fortunati che ha depenalizzato il falso in bilancio perché aveva bisogno "solo" di quello. Se fosse stato un assassino? Dov'è l'etica, la morale, il rispetto delle leggi?

Avremmo dovuto rimescolare tutto!!
Chi è di destra avrebbe dovuto votare la Vera Destra, abbastanza a destra da scansare lo schieramento di Berlusconi.
Chi è di sinistra avrebbe dovuto votare la Vera Sinistra, abbastanza a sinistra da scansare lo schieramento di Veltroni.
Casini essendo al centro sarebbe stato escluso automaticamente.

Ma per favore non avreste dovuto votare i criminali propagandati dalla televisione.
Vi prego!!! :(

Il risultato è che ci troviamo in parlamento 45 condannati scelti da Berlusconi, 13 scelti da Veltroni, 7 scelti da Bossi, 5 scelti da Casini.
Bella classifica no?

Con tag politica

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post