ZENZERO CANDITO

Pubblicato il da pecere

Oggi ho fatto lo zenzero candito.

Sono andato in un negozieto di alimenti asiatici, ed ho comprato mezzo chilo di zenzero per 2 euro.
Una parte l'ho usata per il Farrotto allo Zenzero della ricetta precedente, il resto l'ho candito basandomi  sulla seguente ricetta.

Ingredienti:
(Dosi per circa 300 g di prodotto finito)
200 g di zenzero,
350 g di zucchero.

Preparazione:
Sbucciate lo zenzero con un pelapatate e tagliatelo a fettine di 1/2 centimetro di spessore. Mettete le fettine in un pentolino e copritele con acqua fredda. Portate a ebollizione e lasciate cuocere per 20 minuti a fuoco basso. Scolate e lasciate raffreddare. Pesate lo zenzero bollito e mettetelo in un pentolino con una quantità di zucchero uguale al suo peso. Unite 5 cucchiai di acqua. CUOCETE a fuoco bassissimo finchè lo zenzero diventa quasi trasparente (occorrono circa 20 minuti). Spegnete, togliete il pentolino dal fuoco e scolate delicatamente le fettine una per una usando una forchetta. Mettetele su una griglia e lasciatele asciugare per 3 ore. Versate lo zenzero in un sacchetto per alimenti insieme allo zucchero e scuotete bene. Conservatelo in un contenitore a chiusura ermetica.

L'ho trovata in questo sito:
http://www.cucinarefacile.com/ricetta.asp?Id=1143
e l'ho seguita alla lettera.

In effetti è venuto buono, ma la cosa su cui mi voglio soffermare è un'altra.

Durante la prima cottura dello zenzero, non buttate l'acqua di cottura.
E' un ottimo infuso di zenzero che, una volta raffreddato, diluito e zuccherato, è un eccellente dissetante, ricco di vitamine e minerali e varie altre sostanze che fan bene. Occhio che è un po' piccantino.

Durante la seconda cottura, cioè la canditura, avanza uno sciroppo di zucchero caramellato.
Non buttatelo, ma usatelo per gli scopi più diversi.
Ad esempio, aggiunto all'impasto per fare la torta o per fare i biscotti, li rende unici.

Buon appetito.

Con tag ricette

Commenta il post