BIOINGEGNERIA E TECNICA!

Pubblicato il da pecere

Ecco un'altra news che potrebbe avere dei risvolti interessantissimi in futuro.
Si tratta di un batterio in grado di estrarre energia elettrica dall'acqua sporca.
Ecco il link alla notizia: Batterio Ipertricotico

Non è la prima volta che la bioingegneria (sebbene in questo caso si tratti di normale selezione dei ceppi più adatti), rischia di migliorare oltre le aspettative un campo tecnico elettrico-meccanico, che apparentemente nulla ha a che spartire con la bioingegneria.

Mi ricordo un articolo che lessi qualche tempo fa in merito a dei composti organici che, utilizzati nelle celle fotovoltaiche al posto dei normali composti di silicio, ne aumentano di decine di volte l'efficienza di conversione energetica.

Non stupiamoci più di tanto, nei prossimi decenni ne vedremo delle belle.
La bioingegneria cambierà molte cose in molti settori.

Con tag notizie

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

antares666 08/23/2009 11:41

Certo che è proprio un bel batterio rugoso e sgargiante :) Ho notato che di idee ingegnose e sommamente meritorie in questi anni ce n'è tutta una girandola. Il problema è che poi esiste qualcosa che ne blocca ogni applicazione pratica. Moltissime cure per ogni malattia, scoperte sui più svariati materiali genetici, nuovi materiali dalle proprietà mirabolanti, peccato che vivano solo nello spazio di un articolo.

zoon 08/06/2009 15:46

grazie ragasso... pare che la crescita sia notevole :)