CONDOGLIANZE PER L'ART.3

Pubblicato il da pecere

Ieri sera,
dopo una lunga lotta alla malattia dovuta ai batteri-criminali della casta,
si è spento, sull'altare della patria

L'ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA
che recita: (o recitava?...)

"Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese."

Si è spento nel triste silenzio della sua stanza.
Sembra che il filtro medicinale costituito dal Presidente della Repubblica il cui compito sarebbe di tutelare la salute della democrazia in favore dei cittadini italiani, non abbia funzionato, lasciando passare i diversi attacchi da parte di virus antidemocratici.

Probabilmente c'è qualche impurità che ha corrotto il funzionamento del filtro, mettendo in grave pericolo di complicanze, la salute della democrazia.
Potrebbe anche essere che il contagio abbia compromesso il filtro stesso, anzi sicuramente il contagio è trasversale.

Investite 2 minuti: YouTube.

Con tag politica

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post